Partita iva per vendere online

Partita iva per vendere online

Sempre più persone al giorno d’oggi sono propense ad investire online i propri risparmi con la speranza di avviare un business redditizio comodamente da casa.

Una delle attività più in voga specialmente nell’ultimo periodo riguarda la vendita online, e di conseguenza l’apertura di partite iva per vendere online i propri prodotti.

In rete è possibile trovare elementi che ci riconducono a diversi modelli di business , alcuni hanno come risultato finale il collocamento del prodotto sul mercato, altri sono intermediari dell’imprenditore che vuole collocare i prodotti  con l’ausilio p.e. delle inserzioni. Tre operatori tipici che si ritrovano in rete sono : l’intermediario tra venditore e cliente come Amazon FBA, che consente di collocare il prodotto dei venditori/dropshipper, l’ Affiliate Marketer, il quale deve promuovere il prodotto per conto dell’azienda e generare traffico sul sito e sui social, infine l’attività di e-commerce, la rivendita tramite il proprio sito web.

Quando aprire la partita iva per vendere online?

Se hai finalmente deciso di intraprendere il tuo percorso di vendita online, e sei organizzato al fine di rendere la tua attività un lavoro non più occasionale bensì un lavoro continuativo ed abituale nel tempo è giunto il momento di aprire la partita IVA.

Quale regime scegliere?

Prima di illustrarti come aprire la partita iva per vendere online, è importante sapere a quale regime contabile si vuole aderire.

Se pensi che la tua attività possa rispettare un limite di incassi pari a 65.000,00€ annui, puoi tranquillamente aderire al regime forfettario, nel caso in cui invece questa previsione fosse errata dunque superiore ai 65.000,00 euro si deve optare per un altro tipo di regime ovvero l’ordinario.

Qualora dovesse essere il regime forfettario il tuo tipo di adesione al regime contabile, devi sapere che questo tipo di attività imprenditoriale è inquadrata nella sezione degli artigiani e commercianti.

Come aprire la partita IVA per vendere online.

Una volta capito il regime contabile alla quale si vuole aderire, il prossimo step sarà quello di indentificare qual è il codice ateco più idoneo al tuo tipo di attività.

Nella maggior parte dei casi per chi si occupa di vendita online di prodotti, la partita IVA viene identificata al seguente codice ateco: 47.91.10 – Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto effettuato via internet.

Essendo questo tipo di attività qualificabile come attività d’impresa ed è quindi soggetta ad iscrizione alla Gestione INPS artigiani e commercianti e alla CCIAA. Da verificare di volta in volta anche se è richiesta la Segnalazione di Inizio Attività al Comune.

Inutile specificare che quando si va incontro a queste situazioni è sempre meglio affidarsi a professionisti come noi, che possano rendere tutto il processo di apertura della partita più semplice.

Related Articles

Responses

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *